Home > Apple > Apple & IBM annunciano una nuova app: IBM MobileFirst

Apple & IBM annunciano una nuova app: IBM MobileFirst

IBM MobileFirst

Apple & IBM hanno oggi presentato la prima di una serie di applicazioni aziendali destinate al segmento mobile per un innumerevole numero di settori e imprese: l’app è chiamata IBM MobileFirst e sarà disponibile su piattaforma iOS sia su iPhone che su iPad. L’obiettivo è sicuramente quello di fornire una suite di dieci applicazioni professionali in modo da fornire alle aziende dei prodotti iOS professionali e sostituitivi ai PC

La serie di applicazioni, che verranno rilasciate nel tempo, saranno destinate ai settori finanziari, al settore dei viaggi e dei voli, alle banche e alle industrie. L’azienda ha inoltre confermato che tra alcuni principali clienti ci sono già Citi, Air Canada, Sprint e Banorte che adotteranno IBM MobileFirst a partire da oggi. 

Apple & IBM annunciano una nuova app: IBM MobileFirst

Quello che stiamo offrendo è una nuova tecnologia di business intelligente basata sull’impegno individuale, ha detto Bridget Van Kralingen, vice presidente di IBM. La nostra collaborazione combina l’esperienza IBM, che vanta una posizione leader nel settore enterprise, assieme alla leggendaria esperienza utente di Apple che riesce a progettare incredibili prodotti in grado di offrire prestazioni per una nuova generazione di professionisti. 

Leggi anche: Apple ed IBM insieme per nuovi servizi aziendali

Una delle dieci applicazioni in questione si chiama “Sales Assist” e permette, ad esempio, ai commercianti di visualizzare i profili dei clienti mostrandone tutti gli acquisti precedenti per contribuire a creare suggerimenti su misura per gli utenti specifici. C’è inoltre un’app dedicata al controllo degli acquisti on-line, due destinate alle compagnie aeree e altre per bancari. Le applicazioni sono sviluppate con la collaborazione di Apple e sono tutte per piattaforma iOS (iPhone & iPad). La sicurezza dei dati è stata messo al primo posto ed entrambe le aziende credono in questa importante collaborazione per poter “rivoluzionare” il segmento enterprise