Home > Apple > Apple ed il malware per iOS ed OS X che arriva via USB

Apple ed il malware per iOS ed OS X che arriva via USB

Apple

L’eterna lotta tra Android ed iOS, ma anche tra OS X e Winxows/Linux, viene combattuta ogni giorno da entrambi le parti in qualsiasi modo possibile. Tante volte vengono sfruttati i punti deboli della concorrenza per poter sponsorizzare un nuovo prodotto, e come esempio possiamo prendere la “questione” dei virus con la quale Apple continua a snobbare da anni tutti i propri concorrenti, sia in campo mobile che desktop.

Le cose stanno per cambiare però grazie ad una scoperta del Palo Alto Networks che ha dimostrato come i sistemi operativi made in Apple non siano così immuni quanto si sembra. Stiamo parlando di un nuovo e pericoloso malware, WireLurker, che arriva direttamente dalla Cina e che pare abbia “contaminato” circa 350.000 dispositivi nel corso di 6 mesi.

La colpa è di 467 app infette disponibili sullo store cinese Maiyadi che contengono questo pericoloso malware che è in grado di generare altro software infetto, oltre al rischio di infettare un PC con a bordo OS X se collegato via USB. Lo scopo primo di WireLurker sembra essere il “furto” dei messaggi scambiati tramite l’app iMessage, anche se ancora non si sa quale sia il reale obbiettivo dei creatori di questo malware.

Trattandosi di una contaminazione avvenuta per uno store alternativo Made in China, non dovrebbe esserci nessun problema per noi utenti europei. In ogni caso sconsigliamo di scaricare Applicazioni e quant’altro solamente dall’App Store.

Via