Home > News > Apple condannata ad ammettere che Samsung non ha copiato l’iPad

Apple condannata ad ammettere che Samsung non ha copiato l’iPad

L’Alta Corte britannica ha condannato in appello Apple con una singolare sentenza che resterà nella storia

iPad e Galaxy Tablet

Il braccio di ferro legale tra Apple e Samsung è una storia infinita che va avanti ormai da due anni. La vicenda si arricchisce di un nuovo capitolo che farà di certo sorridere (per non dire esultare) la Samsung che potrà leggere a chiare lettere sul sito della Apple e su alcuni dei principali quotidiani britannici (tra cui  Daily Mail e Financial Times) che non ha copiato affatto l’iPad, il tablet della concorrenza.

Avete capito bene: l’Alta Corte britannica, che in primo appello aveva già scagionato Samsung da ogni accusa di plagio, piccata dall’atteggiamento insistente della Apple l’ha condannata a pubblicare in maniera visibile, per almeno 30 giorni, sul proprio sito web e sui principali quotidiani, l’esito della sentenza, allo scopo di riabilitare l’immagine di Samsung danneggiata dalla vicenda.

Apple avrebbe ancora una possibile via di fuga e cioè appellarsi alla Corte Suprema del Regno Unito. Non sono ancora state rilasciate dichiarazioni ufficiali né da una parte né dall’altra, ma è lecito ipotizzare che non ci troviamo di fronte all'ultimo atto dell'infinita guerra legale tra Apple e Samsung.

Fonte: 
Sistema Operativo: 
Contenuto: 
Produttori: 

L’Alta Corte britannica ha condannato in appello Apple con una singolare sentenza che resterà nella storia

iPad e Galaxy Tablet

Il braccio di ferro legale tra Apple e Samsung è una storia infinita che va avanti ormai da due anni. La vicenda si arricchisce di un nuovo capitolo che farà di certo sorridere (per non dire esultare) la Samsung che potrà leggere a chiare lettere sul sito della Apple e su alcuni dei principali quotidiani britannici (tra cui  Daily Mail e Financial Times) che non ha copiato affatto l’iPad, il tablet della concorrenza.

Avete capito bene: l’Alta Corte britannica, che in primo appello aveva già scagionato Samsung da ogni accusa di plagio, piccata dall’atteggiamento insistente della Apple l’ha condannata a pubblicare in maniera visibile, per almeno 30 giorni, sul proprio sito web e sui principali quotidiani, l’esito della sentenza, allo scopo di riabilitare l’immagine di Samsung danneggiata dalla vicenda.

Apple avrebbe ancora una possibile via di fuga e cioè appellarsi alla Corte Suprema del Regno Unito. Non sono ancora state rilasciate dichiarazioni ufficiali né da una parte né dall’altra, ma è lecito ipotizzare che non ci troviamo di fronte all’ultimo atto dell’infinita guerra legale tra Apple e Samsung.

Sistema Operativo: 
Contenuto: 
Oggetto: 
Produttori: