Home > News > App Android Su Windows Phone: Una Possibile Ipotesi

App Android Su Windows Phone: Una Possibile Ipotesi

app_android_su_windows_phone

Secondo fonti interne all’azienda di Redmond, Microsoft starebbe seriamente prendendo in considerazione l’idea di portare le app Android su Windows Phone, in quanto nonostante esistano già alcuni emulatori che permettono di farlo, tuttavia i risultati ottenuti non sono ottimali perché non verrebbe sfruttato per bene l’hardware disponibile dei dispositivi.

Nonostante le due piattaforme siano molto differenti tra loro, il porting senza particolari modifiche delle app Android su Windows Phone, non dovrebbe essere un problema impossibile da risolvere, proprio perché i due sistemi operativi vengono eseguiti su processori ARM.

app_android_su_windows_phone

App Android su Windows Phone: l’idea di Microsoft

Già nell’Ottobre del 2013 era trapelata una notizia secondo cui l’azienda di Redmond avrebbe chiesto ad HTC di aggiungere il sistema operativo Windows Phone come opzione per i suoi smartphone Android, considerando anche l’eventualità di eliminare i costi di licenza, proposta alquanto azzardata diremmo noi e, infatti, in base alle nuove indiscrezioni, Microsoft vorrebbe invece consentire l’installazione delle app Android su Windows Phone.

Il piano di Microsoft prevederebbe la possibilità di pubblicare le app Android su Windows Phone Store, ma dall’altro canto, sempre all’interno dell’azienda, in molti riterrebbero una simile decisione troppo rischiosa a tal punto che potrebbe portare alla disfatta della piattaforma mobile di Redmond.

Sebbene il suo market share sia in crescita in diversi Paesi, tra i quali l’Italia, Windows Phone non viene considerato ancora con le dovute priorità da parte degli sviluppatori, tant’è che buona parte delle nuove applicazioni arrivano prima su Android e iOS e solo in un secondo momento – ma non sempre, ndr – sul sistema operativo Microsoft.

Qualora, invece, venisse messa in pratica l’ipotetica strategia della quale vi stiamo parlando in quest’articolo, gli sviluppatori non dovrebbero più realizzare applicazioni direttamente per la piattaforma mobile di Redmond ,in quanto sarebbe sufficiente il porting delle app Android su Windows Phone.

Inoltre c’è da dire che l’idea di Microsoft potrebbe essere appoggiata da Intel e, infatti, all’inizio di Gennaio scorso, in quel di Santa Clara era stato proposto il concetto di Dual OS, ovvero la coesistenza di due sistemi operativi, nella fattispecie Windows e Android, sullo stesso dispositivo.

Senza dubbio, prima di fare qualunque passo concreto in questo ambito, bisognerebbe valutare attentamente tutte le possibili conseguenze, considerando che tali scelte avrebbero importanti ripercussioni sulle vendite, magari in positivo, in quanto molti consumatori potrebbero acquistare più volentieri uno smartphone o un tablet Windows Phone che può eseguire app Android, ma allo stesso tempo usufruire dell’interfaccia utente e dei servizi Microsoft.

Via