Home > Android > Android M: presentato ufficialmente

Android M: presentato ufficialmente

Android M

Finalmente ad un anno di distanza, Google ha presentato la nuova versione del proprio sistema operativo. Stiamo parlando di Android M, presentato ieri sera durante il Google I/O. Le novità introdotte sono molte, andiamo a vederle assieme in questo articolo.

Ovviamente l’obiettivo di Android M è quello di andare a migliorare molti aspetti di Android Lollipop. Il primo che vi vogliamo menzionare è la durata della batteria, che verrà migliorata grazie a Doze, un sistema che, utilizzando tutti i sensori presenti sugli smartphone, sarà in grado di capire quando noi non utilizzeremo lo smartphone e quindi riuscirà a limitare le risorse e il consumo della batteria.

Secondo quando affermato dall’azienda di Mountain View, Doze è riuscito a far durare due volte di più la batteria del Nexus 9 durante lo stand-by. Inoltre ricordiamo che Android M sarà un sistema operativo ancora più leggere e quindi richiederà meno energia, facendo durare maggiormente la batteria dei device.

Un’altra novità presentata al Google I/O è stato Android Pay, il nuovo sistema di pagamento di Google, che andrà a concorrere a Apple Pay e Samsung Pay. Big G ha annunciato che sarà possibile utilizzare Android Pay in oltre 700.000 negozi. Inoltre sarebbero già pronti degli accordi con Visa, Mastercard e altri istituiti bancari.

Android M è stato presentato ufficialmente: ecco tutte le novità

Android Pay, inoltre, avrà il supporto nativo deii sensori d’impronte digitali. In questo modo sarà più semplice, per i produttori, implementare questo genere di tecnologia sui propri prodotti.

Infine, vi vogliamo parlare del nuovo sistema di permessi introdotto su Android M. Ora per qualsiasi genere di cosa, verrà richiesto il permetto all’utente. Nel corso della conferenza è stato fatto un esempio con WhatsApp che, per registrare un audio vocale, prima è stato chiesto il permesso di accedere al microfono.

Android M verrà rilasciato ufficialmente verso la fine di quest’anno. Per quanto riguarda invece la Developer Preview è già disponibile da ieri sera per i seguenti terminali: Nexus 5, Nexus 6, Nexus 9 e Nexus Player.

Via