Home > Apple > Agente iOS7: nome in codice Innsbruck.

Agente iOS7: nome in codice Innsbruck.

Sono maturate nelle ultime ora nuove indiscrezioni circa l’aspetto che la prossima release di iOS, la numero 7, possa avere. Alcuni dichiarano di averlo provato in anteprima, quindi vediamo un po’ le novità trapelate.

Sappiamo tutti del licenziamento di Scott Forstall, e sappiamo che con esso ci sarà un grande cambiamento in casa Apple per quanto riguarda il desing, dato che adesso è passato in mano a Jony Ive, colui che ha disegnato tutti i prodotti Apple tanto acclamati dalla critica per sobrietà e bellezza estetica. Scott ha sempre utilizzato lo stile chiamato scheuomorfismo., cioè un tipo di stile che puntava all’introduzione di oggetti reali nelle interfacce grafiche, usando anche ombre e prospettiva per rendere il tutto più reale. Dal canto suo Ive, non è mai stato un estimatore di questo stile, in quanto preferisce interfacce prive di ombre, con linee sobrie e pulite, con colori prevalantemente chiari sugli sfondi e colori vivaci per zone minori. Si può fare un confronto penando a itunes 10 e itunes 11, o ancora più chiaro (dato che il disegno è completamente suo) vedendo l’aggiornamento dell’applicazione Podcast.podcomp-570x505

Passiamo comunque a capire i dettagli visti in iOS 7. Sembra infatti confermata la premessa iniziale, dato che l’interfaccia fine definita “flat” (piatta), che con le sue abbondanti differenze, trova alcune analogie con la splendida interfaccia Metro di Windows Phone.

Oltre all’aspetto estetico si parla anche di nuovi set di icone per le apps native, nuova barra strumenti, filtri polarizzatori a livello software per ridurre l’angolo di visione ad eventuali altre persone, modifiche al centro notifiche e probabile introduzione di nuove gestures per la gestione di alcune funzionalità, non meglio definite e sulle quali attualmente poco si sa.